Linguistica forense in ambito investigativo

linguistica-forense
Come fare linguistica forense e di cosa si tratta.

La società moderna sta rapidamente andando oltre la penna, producendo sempre più testi elettronici. La lingua e lo stile di un documento, tuttavia, sono indipendenti dal fatto che questo sia scritto a mano o in digitale. Pertanto, grazie alle applicazioni della linguistica, è possibile ricavarne la paternità e attribuirlo ad un soggetto.

La linguistica forense: l’analisi del linguaggio per risolvere crimini
Published on the Italian online magazine Memori Mese in February 2013

Tra questi campi di applicazione, una nuova area sviluppatasi negli ultimi dieci anni è la linguistica forense, ovvero l’applicazione della conoscenza teorica della linguistica per scopi di natura forense, come ad esempio l’aiuto nella fase investigativa o probatoria in un caso giudiziario in cui vi siano prove di tipo linguistico.

La linguistica forense oggi non si occupa solo di casi in cui il linguista tenta di estrarre più informazioni possibili riguardo l’autore di un testo. Un’applicazione delle linguistica forense può essere la testimonianza riguardo il significato nella lingua comune di un termine o di una frase di un contratto. Di nuovo in campo criminale, la linguistica forense può aiutare a risalire a chi ha scritto un testo all’interno di una cerchia di sospetti tramite una comparazione dei testi scritti dai sospetti con il testo anonimo. In Inghilterra, molti casi di questo tipo hanno coinvolto il Centro di Linguistica Forense dell’università di Aston nella città di Birmingham. Recentemente il centro ha collaborato con la polizia in casi di omicidio in cui il colpevole, al fine di deviare i sospetti, ha usato il cellulare o l’account email della vittima per mandare messaggi alla famiglia della vittima facendole credere che la vittima fosse sparita volontariamente. Comparando i messaggi o email prodotti dopo la scomparsa della vittima con quelli prodotti dagli indiziati nel caso, il linguista può formare un’opinione, talvolta con valore statistico, su quale persona sia la più probabile ad aver mandato i messaggi sospetti, e quindi su l’assassino. Questa analisi consiste nel comparare i modi di scrittura degli indiziati con i testi di origine incerta in modo tale da trovare evidenze di tipo linguistico come ad esempio, compatibili stili di punteggiatura, eventuali elementi dialettali, idiosincraticità nell’uso della grammatica, livello di educazione, e così via. A volte questo tipo di analisi ha contribuito a stabilire addirittura con buona approssimazione l’orario della morte della vittima.

Nonostante l’utilità di questa disciplina, al momento la linguistica forense è presente in maniera molto attiva solo in Inghilterra, dove il dipartimento di linguistica forense di Aston University a Birmingham è un centro di eccellenza. Alcuni professori e agenti dell’FBI praticano linguistica forense negli Stati Uniti. In altri paesi europei, come Spagna o Olanda, solo alcune città hanno unità di polizia o università che praticano analisi forensi di linguistica.

In Italia, purtroppo, la disciplina è ancora del tutto sconosciuta, nonostante la sua immediata possibilità applicativa in casi di lettere di minaccia mandate a figure pubbliche o nello studio della lingua della mafia, ad esempio. È in realtà noto che in passato alcuni famosi linguisti italiani abbiano effettuato analisi forensi di documenti in determinati casi, come per le telefonate delle brigate rosse o nel tentare di individuare il responsabile o i responsabili delle lettere e telefonate rivendicate dalla Falange Armata, e ciò si è verificato addirittura molti anni prima che la linguistica forense diventasse una disciplina in Inghilterra. Al contrario dell’Inghilterra, però, come purtroppo avviene anche in altre sfere in Italia, questa conoscenza non è stata conservata, ampliata o diffusa. Alcune aree della linguistica, come ad esempio la filologia o linguistica storica, sono branche in cui l’Italia vanta personalità e conoscenze invidiabili. Queste aree non solo potrebbero facilitare lo sviluppo della linguistica forense in Italia ma potrebbero con tutta probabilità contribuire a migliorare la disciplina della linguistica forense in modo cruciale nel resto del mondo.

Contatti